Cerca
  • Arianna Ficcanterri

SE GLI ALTRI NON SONO DALLA TUA PARTE


Uno degli argomenti che mi trovo più spesso ad affrontare con le persone del mio team è il fatto di non sentirsi appoggiati nelle proprie scelte lavorative.


Mi è capitato molto spesso sentire storie di donne che hanno smesso l'attività perchè il marito non era d'accordo, o di ragazze che a causa dello scetticismo dei genitori si sono tirate indietro.

Mi dispiace moltissimo quando si verificano situazioni simili, mi dispiace perchè quella persona in quel momento si sta privando di un'opportunità non perchè non le piace, ma perchè è stata spinta a farlo.


Quando ho iniziato a lavorare nel social selling 11 anni fa, non avevo tutti dalla mia parte. Mio padre pensava che fosse tutto un gioco, ha iniziato a "vedermi" davvero solo quando i miei guadagni sono aumentati al punto da attirare la sua attenzione.

Generalmente per gli uomini è così: sono come San Tommaso, devono vedere prima di crederci. Vedere che cosa? il tuo impegno? la tua passione? la tua felicità? NO. Vedere guadagni!

L'uomo è un essere umano molto più pragmatico della donna, non si fa prendere dall'entusiasmo se prima non vede il risultato.


Peccato davvero che nella mia attività il risultato non è immediato!


Ed è qui che subentrano le difficoltà: tanti mollano prima di vedere il risultato.

IMMEDIATISMO lo chiamo io: faccio quindi devo avere riscontro SUBITO.


Nel lavoro dipendente è così, a prescindere dalla mia produttività ho l'assegno di fine mese. Nel lavoro autonomo non è così. Se apro un'attività non è matematico che decolli. E non è matematico che lo faccia nel breve termine, soprattutto.


Il social selling è frutto della costanza e della tenacia.

I tuoi risultati vanno di pari passo al grado di leadership che raggiungi. Più elevato sarà il tuo livello di leadership, più elevato sarà il tuo guadagno.

Se pensi che questo lavoro ti faccia guadagnare tanto e veloce, devo essere sincera con te: non accadrà.


Accadrà solo per coloro che sono disposti a pagarne il prezzo, coloro che sono disposti ad agire, fallire e riprovare finchè non ce l'avranno fatta.


L'errore più grande è mollare prima di aver raggiunto la cresta dell'onda.


A volte essa ci sembra lontana, e molto probabilmente lo è, ma quello che devi goderti non è solo la meta ma il VIAGGIO, il PROCESSO che ti porta da un punto A a un punto B.


Durante questo processo tu devi crescere, come leader e come persona, e l'INSEGNABILITA' è una caratteristica con cui devi fare pace. Questo è un business che richiede sempre di IMPARARE QUALCOSA.

Se le persone che hai intorno non capiscono i tuoi obiettivi: non condividerli con loro. Tienili per te, scrivili in agenda, condividili con colleghi che stimi.

Al tempo stesso, se non ti senti supportato, non fare muro contro muro: parla con i tuoi familiari/amici a cuore aperto. Cerca di spiegare loro quanto ci tieni.

Digli che devono avere pazienza perchè questo business è a lungo termine, e come i cavalli da corsa, si vedono sul lungo tratto.


Se ti vogliono davvero bene, e tu sarai capace di comunicare nel modo giusto, prima o poi capiranno.


E quando porterai loro risultati concreti, in quell'esatto momento potrai dire

"Te l'avevo detto che dovevi credere in me".

Non mollare.


Arianna



963 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti